Crea sito

Tag Archives: imoviez

“iMOVIEZ Magazine” il nuovo portale per il cinema indipendente

In Italia esistono tantissimi talenti, i quali però, anche a causa di una mancanza di visibilità, faticano parecchio ad emergere nel mondo dello spettacolo. iMOVIEZ è un magazine  On-line  gratuito, che nasce con l’ intento di promuovere le produzioni CINEMATOGRAFICHE, TEATRALI e MUSICALI indipendenti e gli artisti che ne fanno parte.Il sito e infatti strutturato per accogliere qualunque tipo di notizia riguardante il mondo della produzione indipendente, dall’ intervista al regista, alle foto sul set, dalla data di uscita del film , alla intervista all’ attore che ne interpreta il personaggio e così via. Inoltre troverete le news più importanti sui film in uscita e i film in sala, casting,e news sulle nuove tecnologie.

A.Z.A.S: ALL ZOMBIES ARE STUPID la nuova web-fiction di Grage Pictures

Dopo la web series “Scary Tales” e il fan-film “Dylan Dog: Il Trillo del Diavolo”, la Grage Pictures affronta una nuova sfida,  realizzare una web serie dedicata agli zombie. A causa del basso budget e della mancanza di personale adeaguato alle esigenze di produzione il progetto è stato rimandato, ma finalmente dopo anni di attesa il sogno del regista Roberto D’antona può finalmente essere realizzato. IL 19 Agosto sono finalmente iniziate le riprese di A.Z.A.S.  web series horror/comica  a tratti è action,drammatica e   pulp, dedicata agli zombie, anche se questi morti viventi son più stupidi del solito. Il cast rispetto alle produzioni precedenti è decisamente più  ampio, composto da 48 persone,che variano da una  fascia d’età compresa dai 75 anni ai 6 anni, questo per merito anche della compagnia teatrale “Cicci Ti Santa”,  i componenti della quale oltre che per il  cast

INTERVISTA AD ALESSANDRA ANGELI

Alessandra Angeli nasce il 2 ottobre 1987 a Lucca in Toscana. Sin da bambina sogna di diventare attrice interpretando i personaggi più svariati durante i giochi d’infanzia e fantasticando di trovarsi, un giorno, al posto delle sue eroine cinematografiche e televisive. Dopo essersi diplomata in lingue si immerge subito nello studio del cinema prendendo nel 2009 la laurea breve nel corso di Cinema-Musica-Teatro all’Università di Pisa. Qui scopre anche la sua passione per la regia e segue parallelamente la sua principale ambizione di diventare attrice frequentando laboratori di recitazione cinematografica. Da qui comincia a girare vari cortometraggi, ad oggi sono più di venti, e svariati video interpretando quasi sempre ruoli da protagonista.

L’EREMITA di Al Festa

L’EREMITA  è  il quarto film del regista e musicista romano Al Festa,la storia parla di un uomo vestito con lungo mantello nero e fornito di una capigliatura argentata, che si aggira tra le strade del sud Italia sentenziando la fine del mondo e prodigando la parola di Dio a tutti coloro che lo incrociano. La sua presenza attira l’attenzione di una tv locale che, fiutando la cosa, decide di realizzare uno speciale su questo individuo, durante la notte di Capodanno, proprio il momento in cui l’uomo dice che la vita sul pianeta finirà.Sarà vero?  La cosa certa è che l’eremita , con la sua sicurezza metterà a dura prova la coscienza di tutti quelli che lo incontreranno. Il film è liberamente tratto dal romanzo di Gennaro Francione Mille e non  più mille , racconto della

DUE SBIRRI PER CASO

Prodotta dall’etichetta indipendente Kappa Films,a Ottobre 2012 verrà girata la puntata pilota ed entro Dicembre di quest’anno verrà lanciata sul Web, tramite canali video(es. you tube). Secondo l’indice di apprezzamento e il numero delle visualizzazioni verrà presentato il progetto a una serie di reti televisive a livello nazionale (es. La7 e Gold Tv) e indicativamente dalla primavera 2013 inizierà la proiezione

W ZAPPATORE di Massimiliano Verdesca

W ZAPPATORE di Massimiliano Verdesca è l’avoluzione del cortometraggio omonimo che lo stesso registà girò nell’ormai lontano 2005. Dopo aver intuito la reale potenzialità di quel corto, Verdesca ha deciso di dargli uno sviluppo più articolato e nel 2011, però, ne ha fatto un lungometraggio, dal titolo più diretto: W Zappatore. Naturalmente come giusto che sia, i due lavori si somigliano, per la ripetizione delle linee basilari della trama , per la presenza dello stesso attore protagonista, Marcello Zappatore, e del cattivo della situazione, Ilario Suppressa,ma non solo la ripetizione di  alcune inquadrature, ci riporto al primo progetto . Sono invece distanti per altri, come per esempiol’ accostare  al protagonista due figure, che nel corto erano  più

Radio Audience di Raffaele Totaro

Radio Audience efilm di Raffaele Totaro, prodotto da Marco Berti, in collaborazione con Winp Film e Spaghetti Bang Bang Grindhouse production.interpretato da Edoardo Ripoli, Alessandro Timpanaro, Andrea Balestri, Andrea Agresti, Massimo Antichi, Sergio Forconi, Giacomo Carolei, Adriano Davi, Chiara Nenciarini, Federico Castellani, Massimo “Loppa” Bianchi e Bracco, Massimo Di Stefano, Stefano Martinelli, Ciccio Toccafondi. L’opera in se risulta molto confusa, molti gli errori in fase di montaggio, scavalcamenti di campo e tagli inopportuni durante la fase di shooting, troppi attori secondari alle

Inside di daniele misischia

Inside” di Daniele Misischia è un  omaggio al cinema horror ,  costruito mettendo insieme alcuni dei più amati filoni del genere. Si parte con l’aggressione in villa da parte di misteriosi psicopatici, si passa ai “cattivi finiti in mano a gente ancora più cattiva”  per arrivare al vendicatore in nome di Dio., il tutto miscelato e proposto in un unico film di 80 minuti circa che fonde horror e thriller , che s  perdono in credibilità per le eccessive coincidenze,ma  guadagnano in ritmo e divertimento dal mix dei vari filoni.Marco  e Sara  sono una coppia che sta attraversando un periodo di crisi, i due cercano di rimettere insieme i pezzi , ma mmentre da parte di Sara c’è ancora la speranza di poter ricominciare, i Marco pare essersi rassegnato alla fine della loro storia.  La mancanza di sigarette è la scusa che  Marco apsetta uscire  almeno per qualche minuto, da una situazione diventata ormai troppo tesa. Sara invece, delusa dall’ennesimo rifiuto del

LA PATENTE di Alessandro Palazzi

“La patente”, primo lungometraggio di Alessandro Palazzi, è un film che si stacca dal panorama italiano avvicinandosi più ad una commedia in stile britannico dal sapore sit-com, dove la sessualità e i rapporti umani travalicano gli schemi in modo comico e spiazzante, per nulla timorosi di uscire dai binari tradizionali. Sicuramente è centrale il tema della precarietà, visto l regista-sceneggiatore lavora sui luoghi comuni che formano la struttura delle più malandate odierne grandi città: dagli extra-comunitari che, nottetempo, si sostituiscono al self service alle

The Story of a Mother di Alessandro De Vivo e Ivano Di Natale

20 mila euro di budget e un anno di lavorazione,  sono i numeri di The Story of a Mother, cortometraggio fanta-horror realizzato da Alessandro De Vivo e Ivano Di Natale,  interamente girato  in Italia.Una madre veglia per tre giorni e tre notti il suo bambino gravemente ammalato, quando improvvisamente sente bussare un uomo alla sua porta, ma in quell’istante, senza che se ne sia resa conto, la donna lascia entrare in casa colei che “va più veloce del vento e non riporta mai quello che ha preso” dando così alla Morte il permesso di prendere suo figlio. Inzia così il corto (17 minuti circa) The Story of a Mother, per il quale i giovani filmmakers Alessandro De Vivo e Ivano Di Natale hanno tratto ispirazione dal racconto omonimo del 1847 di Hans Christian Andersen. La storia  si evolverà in un’avventura pericolosa e affascinante, dove rinuncia e conquista condivideranno lo stesso destino rosso sangue. L’abbondante uso di riprese in CGI, unite ad interpretazioni